Roberta Morzetti

Roberta Morzetti è nata a Tarquinia nel 1979. Terminati gli studi all’Accademia di Belle arti di Viterbo (diploma cum laude nel 1985), le prime esperienze lavorative sono nel mondo della moda, ideando linee di abbigliamento con materiali riciclati. Dopo tre partecipazioni ad AltaRoma inizia una lunga parentesi come costumista a teatro, nella compagnia di Gabriele Lavia e con successi all’Argentina, all’Eliseo e al Brancaccio, e al cinema.

Nel 2012 la scelta definitiva di dedicarsi alla scultura, che parte sempre dalla rielaborazione di un concetto filosofico e da sempre guarda alle grandi dimensioni, partendo dal calco del proprio corpo realizzato con resina, acrilico e ferro, poi passato per il fuoco e assemblato con ancora altri elementi o oggetti finitiTra le principali esposizioni che hanno segnato l’inizio della sua carriera, abbiamo le due personali a Roma nel 2012, “WI FI Art” al Circolo degli Artisti curata da Pier Paolo Cannistraci e “BebèBangBang” presso il MATERIA Showroom curata da Riccardo Campa e Stefano Donati. Sempre nel 2015, riceve il primo premio Medusa Aurea nella sezione scultura, con l’opera “C5-C7”, all’Accademia Internazionale d’Arte Moderna a Roma. Nel 2017 partecipa alla collettiva “Flusso di Linfa” presso la galleria Pavart di Roma, curata da Velia Littera, con la realizzazione del video art project “R_Esisto” per la giornata nazionale contro il femminicidio.

 

Nel 2018 realizza la scultura “BONADEA_2018” per il nuovo parco giochi di Amatrice “Don Minozzi” e partecipa alla mostra di scultura e fotografia “RO_MA” presso la galleria Pavart di Roma. Nel 2019 la mostra personale “Le sculture di Roberta Morzetti” presso Martivs Private Suites a Roma. Nel 2020 inaugura la mostra personale “SKIN_20” presso la galleria Pavart di Roma e successivamente, in occasione del RAW 2020, partecipa alla collettiva FASE UNO.

 

Nel 2021, insieme al regista Roberto Orazi, realizza lo Short movie, “CutisMea”.